Loading...

mercoledì 21 gennaio 2015

Consorzio contro Amaco, blocco della viabilità all'Unical

Blocco totale della viabilità stamattina all'Università della Calabria e dintorni per oltre tre ore: oltre trenta mezzi del Consorzio Autolinee hanno occupato l'intera area delle pensiline dell'ateneo impedendo la circolazione e sospendendo di fatto il servizio all'utenza nell'area urbana di Cosenza e Rende. Motivo? Un "guasto" a due mezzi, poi rivelatosi farlocco. In realtà si è trattato di una vera e propria protesta inscenata dai lavoratori, con la complicità dell'azienda, contro l'annunciata partenza stamattina della circolare veloce dell'Amaco, da Cosenza fino ad Arcavacata.

martedì 20 gennaio 2015

Anno Accademico, Gabrielli ricorda gli "angeli del fango" dell'Unical

Il 43esimo anno accademico dell'Università della Calabria è stato inaugurato stamattina in Aula Magna alla presenza del prefetto Franco Gabrielli, capo dipartimento della protezione civile italiana. Presenti alla cerimonia i rettori delle università di Reggio e Catanzaro, Messina, Potenza e Salerno, i direttori dei dipartimenti Unical, i sindaci di Cosenza e Rende, gli operatori della Protezione civile calabrese.

venerdì 16 gennaio 2015

Luca Abete di Striscia all'Unical: "Per avere successo non serve la raccomandazione". E neanche la laurea


Immaginate uno studente universitario di Architettura che indossa un vestito da clown e va a fare l’animatore alle feste per bambini: pensate che è un matto o uno sfigato. Invece è proprio così che è cominciata la brillante carriera di uno dei volti più noti del tg satirico Striscia la notizia, il campano Luca Abete. Lo va raccontando lui stesso ai giovani di mezza Italia, con il tour #Noncifermanessuno, partito lo scorso autunno dall’Università La Sapienza di Roma, che dopo Urbino, Bari e Salerno, è approdato ieri all’Università della Calabria.

martedì 13 gennaio 2015

Inaugurazione dell'anno accademico, salta la visita della ministra Giannini

Salta la visita della Ministra dell'Università Stefania Giannini, prevista all'Università della Calabria il prossimo 20 gennaio per l'inaugurazione dell'anno accademico. Lo rende noto l'Ufficio stampa dell'ateneo calabrese, che proprio questa mattina ha ricevuto la notizia dal Ministero. "Sopraggiunti impegni istituzionali", la motivazione ufficiale: l'ufficio stampa esclude che si tratti di motivi di ordine pubblico.

giovedì 20 novembre 2014

Farmacia, appelli di dicembre solo per laureandi: i fuoricorso non ci stanno



Determinati ad ottenere maggiori diritti, gli studenti del corso di laurea in Farmacia e Scienze della salute e della Nutrizione dell’Unical, ieri mattina si sono riuniti per manifestare il loro malcontento nei confronti della scarsa disponibilità da parte dei docenti, soprattutto in merito alla questione degli appelli straordinari per fuori corso, previsti per dicembre ed ora inspiegabilmente concessi solo ai laureandi. La maggior parte di loro infatti, stando così le cose, potrà sostenere esami solo durante le sessioni di Febbraio e di Luglio.

giovedì 16 ottobre 2014

Sciopero sociale all'Unical, striscioni dal tetto delle residenze San Gennaro


Si è conclusa fra i pilastri delle residenze San Gennaro all'Unical, la tappa cosentina dello "sciopero sociale" indetto in tutta Italia da collettivi e sindacati autonomi per il 16 ottobre. 
Dopo una mattinata di volantinaggio e speakeraggio sul Ponte Bucci, una quarantina di attivisti del collettivo Controverso e del comitato Prendocasa di Cosenza, riuniti dietro lo striscione "casa e reddito per tutti", hanno raggiunto in corteo quello che nell'ateneo di Arcavacata è diventato il simbolo del problema alloggi per gli studenti. 

martedì 14 ottobre 2014

Centro Residenziale, protestano gli studenti internazionali

Dopo la clamorosa protesta del giovane studente russo, che avendo perso il diritto all’alloggio universitario per giorni ha dormito sotto l'aula Caldora  del centro residenziale, arriva una nuova civilissima “rivolta”, questa volta collettiva, degli studenti stranieri dell’Unical che hanno scritto una lettera, denunciando situazioni critiche e di cattiva amministrazione e chiedendo un incontro al Rettore, Gino Crisci. La missiva è stata recapitata anche al leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, a cui gli studenti hanno chiesto di intervenire. E Corbelli come primo atto ha reso note le problematiche chiedendo ai vertici universitari risposte chiare e immediate.